Ludopatia: quali sono i rischi economici?

La ludopatia è una patologia che rende le persone incapaci di resistere all’impulso di giocare. Gli esperti hanno stilato una lista dei comportamenti che una persona affetta da ludopatia manifesta, fra i quali molti sono di natura economica o legati al denaro.

Di base, la volontà di chi gioca in modo sconsiderato e compulsivo è di accumulare beni, per sé o per le persone che gli sono vicine, ma il totale distacco dalla realtà non permette di riconoscere che i soldi spesi nell’esperienza di gioco sono e saranno sempre maggiori delle somme che potranno essere vinte.
Il circolo si propone quindi problematico, anzi fatale per chi non riesce a capire questo aspetto, ovvero per le persone che sono affette da ludopatia. Nella pratica, i rischi che una persona malata di gioco corre sono legati alla sua salute fisica e mentale, ma molto incide anche l’aspetto economico.

Quali sono i rischi economici della ludopatia?

Il vizio del gioco richiede che il giocatore disponga di somme quotidiane, che vengono spese nell’esperienza di gioco. Le somme possono essere variabili, ma di base chi è affetto cronicamente da questa malattia non conosce limiti e arriva a spendere anche tutti gli introiti che mensilmente arrivano da fonti di reddito quali lo stipendio, la pensione e i risparmi personali. Si tratta di un circolo vizioso, che porta il giocatore nel migliore dei casi a fermarsi quando il denaro a disposizione si esaurisce e nel peggiore a chiedere in prestito somme ad altri per alimentare la sua sete di gioco.

Il primo rischio economico della ludopatia è quindi legato alla possibilità di perdere le fonti di reddito come lo stipendio, la pensione e i risparmi, mentre il secondo si basa sulla possibilità che il giocatore chieda somme a persone esterne, rischiando anche di cadere in circoli pericolosi, caratterizzati dallo strozzinaggio. Nessuna banca può, infatti, finanziare il vizio del gioco, quindi il giocatore si trova a chiedere somme di denaro a persone esterne. La richiesta può iniziare da amici e conoscenti, ma arriva a toccare anche persone che prestano denaro per mestiere. I nodi arrivano però al pettine e in ogni caso le suddette persone arrivano a chiedere delle garanzie, che possono essere elargite in forma di gioielli o beni immobili. Il rischio peggiore che un malato di ludopatia può correre è quello di scialacquare anche il patrimonio immobiliare.

A ciò si associa il rischio di perdere il lavoro, che deve essere letto come un rischio di natura economica. Se la patologia non è prontamente affrontata, il giocatore può infatti arrivare ad assentarsi dal posto di lavoro e addirittura a commettere degli illeciti per procurarsi il denaro che gli serve per giocare. I rischi economici che derivano da questi comportamenti sono quindi molto gravi, per il giocatore stesso e per ogni componente della sua famiglia. La ludopatia è una patologia che chiede quindi di essere bloccata in tempi brevi o perlomeno limitata con l’aiuto di specialisti, perché i rischi economici a essa legati sono gravi e difficili da recuperare nel corso del tempo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.